MAXBJJ Store

original BJJ Tees

Jitzipedia

The Most Comprehensive Collection of BJJ Instructional Videos

RGC Massa e Pietrasanta

Brazilian Jiu-Jitsu e Grappling

European Competition 2014

Brazilian Jiu-Jitsu and Grappling Competitions

Maxbjj Curriculum

instructor, referee, writer, video ditor, designer

sabato 25 febbraio 2017

Si può imparare il jiu jitsu allenandosi una volta la settimana?


Si può imparare il jiu jitsu allenandosi una sola volta la settimana? E' convinzione di molti che per vedere dei progressi nel Jiu-Jitsu occorra praticare con costanza come minimo 2 volte la settimana. In genere la maggior parte dei corsi offre dai 3 ai 5 giorni di allenamento settimanali.

martedì 21 febbraio 2017

Creonte o non Creonte? Questo è il problema.

















Rickson Gracie in un'intervista rilasciata più di due anni fa così rispondeva ad una domanda sul cross training nel Brazilian Jiu Jitsu:

venerdì 17 febbraio 2017

Caio Terra e Ricardo Vieira un confronto tecnico Caio Terra and Ricardo Vieira technical confrontation













Caio Terra dice che la posizione eretta "frontale" con le gambe parallele è pericolosa per passare la guardia aperta  e che la posizione perfetta  sia quella "sfalsata". Ricardo Viera dice l'esatto contrario e sostiene che la posizione "frontale" sia migliore di quella "sfalsata", perché consente di passare su entrambi i lati. Io le uso entrambe, dipende dalle circostanze... e voi?

giovedì 16 febbraio 2017

La Sardegna mecca del Brazilian Jiu Jitsu

























Quest'estate in Sardegna si terranno ben quattro Camp dedicati al Brazilian Jiu Jitsu, c'è l'imbarazzo della scelta, ma partiamo in ordine cronologico:

Rayra Gracie




Rayra Gracie è la sorella di Kyra Gracie nipote di Renzo Gracie e fidanzata con Bernardo Faria.

domenica 5 febbraio 2017

L'integrazione è già indicata come causa di lesioni renali

I Nutrizionisti temono in futuro lo scoppio di emodialisi a causa di un uso indiscriminato degli integratori

"La moda incoraggia ampiamente i praticanti di attività fisica ad un eccessivo consumo di integratori alimentari e vitamine e questo porta negli ambulatori un numero sempre crescente di pazienti con alterazioni delle normali funzioni renali dovute all'uso di questi prodotti senza monitoraggio o usati spesso anche come un sostituto dei pasti.

domenica 29 gennaio 2017

Il Jiu Jitsu è un culto?


























Un po' di tempo fa un tizio ha caricato un video nel quale si dava da solo la cintura marrone. La cosa mi ha davvero colpito - scrive Nicolas Grigoriades - ma non per le ragioni che si possono immaginare - e aggiunge - ovviamente darsi da soli la cintura è una cosa imperdonabile ma una cosa che ha detto mi ha fatto pensare:

"Tutte le gerarchie da psicopatici devono essere distrutte. Non è brasiliano e non è dei Gracie è solo jiu jitsu. Appartiene a tutti i popoli del mondo."

Grigoriades poi scrive alcune considerazioni che un suo amico, un fighter dell'UFC, una sera gli disse mentre stavano parlando del Jiu Jitsu: 

"In effetti a guardare bene il Brazilian Jiu Jitsu si presta ad essere associato ad un culto. Pensateci: ha un gerarchica, una struttura a piramide, in cima alla quale si trova una famiglia mistica che detiene la conoscenza 'segreta'. Vi è un sistema di graduazioni che indica il tuo posto nella piramide, e si indossa un' uniforme che mostra chiaramente la tua appartenenza. La conoscenza viene elargita dal maestro agli allievi in maniera verticale, dall'alto in basso, all'interno del gruppo si cerca di favorire una mentalità 'noi contro loro' sostenendo che il jiu jitsu è superiore alle altre arti marziali. Si incoraggiano gli allievi ad adottare un approccio quasi evangelico per acquisire nuovi "adepti". Se si guarda il Jiu Jitsu da questa prospettiva si inizia a prestare maggiore attenzione a certi aspetti non del tutto sani della cultura del jiu jitsu."

Nicolas Grigoriades conclude dicendo che non c'è alcun dubbio che quando ci si avvicina in modo corretto e in un ambiente sano, la pratica del jiu jitsu ha innumerevoli ricadute positive sulle persone, ma come per ogni cosa il jiu jitsu non è immune dagli elementi più oscuri della natura umana. Spesso questi elementi sono trascurati, perché siamo accecati dalla bellezza delle cose positive che sperimentiamo in palestra. 

Ora lasciamo la parola a  Ryan Hall, che in una lunga lettera aperta alla comunità marziale, scritta qualche anno fa, parla della sua esperienza personale. Dice di aver visto il lato peggiore delle arti marziali quello governato da sedicenti despoti sostenitori del fine-giustifica-i-mezzi e aggiunge:

"mi ero inconsapevolmente unito ad un culto, al cui centro c'era una figura percepita da molti come una sorta di messianico individuo meritevole di inflessibile devozione, impegno totale, indipendentemente dalla sua azioni. Ci sono individui che nascondono sotto una maschera socialmente accettabile una natura da predatori, delle personalità camaleontiche manipolatrici e amorali. Questi maestri usano parole come rispetto, onore, umiltà ma sotto questa impalcatura superficiale si nasconde un mondo di manipolazione, opportunismo, ed ego-gratificazione.

Un vero leader crea altri leader. Non desidera dominare quelli intorno a lui, ma elevarli. Non li eleva per il suo tornaconto, ma perché è la cosa giusta da fare. Un vero leader non vuole discepoli. Un vero leader spera di avere amici che lo rispettano sopratutto per essere, egli, una persona decente."

I gruppi di arti marziali che evolvono intenzionalmente o meno in situazioni di culto, sono per loro natura molto seducenti ma alla lunga però si rivelano per quello che sono: ambienti tossici. A meno che voi non siate persone tossiche riconoscete questi ambienti e statene alla larga.



sabato 28 gennaio 2017

Non idealizzate il vostro istruttore


























Un istruttore di Jiu Jitsu è solo un essere umano, e come chiunque altro anche lui ha dei difetti. Non abbiate aspettative irrealistiche  e non mettetelo sul piedistallo.

venerdì 27 gennaio 2017

Controllo e sicurezza nel Brazilian Jiu-Jitsu



"È necessario allenarsi con quelli di cui abbiamo imparato ad avere fiducia, perché la tua vita è nelle loro mani. Non essere quello che accidentalmente scalcia  mentre tira l'armabar, sgomita mentre cerca la Kimura, e che tira leve a strappo senza dare la possibilità al compagno di arrendersi. In un team abbiamo bisogno gli uni degli altri, e costruire rapporti basati sulla fiducia reciproca è la cosa più importante." 

mercoledì 25 gennaio 2017

L'allievo non sa quando è ora di cambiare cintura!



"E' solo una mia impressione o sempre più allievi  pensano di sapere quando dovrebbero ottenere la cintura successiva?

martedì 24 gennaio 2017

Il Milano Challenge 2016 in numeri




















In questo post ho raccolto un po' di dati numerici dell'ottava edizione del Milano Challenge 2016 per poi confrontarli con i dati delle prossime edizioni e cercare di capire dove sta andando il BJJ sportivo in Italia.

lunedì 23 gennaio 2017

Perché in Italia gareggiano poche cinture viola, marroni e nere? La parola ai lettori del blog



Perché c'è una drastica diminuzione di iscritti alle gare a partire dalla cintura viola? Quali le cause? Per comprendere questo fenomeno ho chiesto ai lettori di dire la loro. Ringrazio quelli che lo hanno fatto e qui riporto alcuni  interventi:

Europeo IBJJF 2017 - i risultati delle cinture nere



I risultati delle cinture nere adult maschili e femminili dell'Europeo IBJJF 2017:

domenica 22 gennaio 2017

Europeo IBJJF 2017: 39 medaglie per l'italia



La rappresentativa Italiana agli Europei di Lisbona IBJJF 2017 ha visto la partecipazione di una trentina di team che hanno portato 150 atleti (131 maschi e 19 femmine). Di questi atleti 93 erano master, 53 adult e 4 juvenile. 

venerdì 20 gennaio 2017

Come farvi cacciare dalla vostra accademia di BJJ



Così, vi siete allenati nella stessa accademia di jiu-jitsu per un po' di tempo e avete deciso che non fa più per voi. Dopo un  attento esame avete concluso che è il momento o di passare ad un altra accademia o di smettere del tutto.